03.09.2011

LA TECNOLOGIA DELLA COPPA DEL MONDO DISPONIBILE PER TUTTI. LA COLLEZIONE ATOMIC RACE 2011-2012

Provata dai migliori atleti al mondo è stata definita straordinaria: la collezione RACE 2011-12 di ATOMIC mette a disposizione la tecnologia usata in Coppa del Mondo alla portata di tutti.

La tecnologia che ha permesso a Carlo Janka di vincere la Coppa del Mondo assoluta; gli scarponi con i quali i campioni ATOMIC si sono aggiudicati tre coppe di cristallo e sette medaglie olimpiche; l’attrezzatura che ha fatto la differenza in ben venti vittorie nella Coppa del Mondo: ciò che ha reso ATOMIC il marchio migliore dell’Alpine Ski World Cup 2009-10 è ora in commercio per tutti gli appassionati di questo sport.
La collezione ATOMIC Race è indirizzata a chi pratica lo sci a ottimo livello. Sono disponibili sia prodotti di altissima precisione, caratterizzati dalla massima dinamicità e ispirati a quelli usati dagli atleti in Coppa del Mondo, sia articoli adatti a un’utenza più vasta, vale a dire per tutti coloro che praticano lo sport soprattutto per divertirsi. Ecco i prodotti di punta della collezione ATOMIC Race 2011-12…

Doubledeck: la seconda generazione dell’arma segreta della Coppa del Mondo

 
Con il D2 Race gli sciatori più ambiziosi potranno avvalersi della stessa tecnologia usata dal campione della Coppa del Mondo di sci alpino Carlo Janka. E non c’è rivale che possa eguagliare la quarta generazione dello sci D2 Race GS: uno sci che unisce dinamismo con la massima tenuta su pista, anche in caso di fondo ghiacciato. Tutto ciò grazie a una costruzione straordinaria costituita da due livelli combinati, uno superiore e l’altro inferiore. Il livello inferiore, detto Adapter Deck, è relativamente più morbido e ha la funzione di assorbire le vibrazioni nonché dare massima tenuta alla sci e garantire la scorrevolezza dell’andatura. Invece il livello superiore, detto Control Deck, distribuisce l’energia sprigionata durante la curva.
I sei modelli Race sono stati completamente rivisti in questa nuova collezione, e a questi si aggiunge il nuovo modello Performer. Questo sci, più facile da usare e dalla risposta immediata sulla neve, è particolarmente indicato per chi vuole incrementare le proprie capacità e non intende sostenere un investimento troppo alto nell’acquisto. ATOMIC propone anche una serie completa di attacchi da abbinare alla gamma sci Race, e ciascuno dei modelli è caratterizzato da uno stile unico, dalla serie X-binding “ereditati” direttamente dalla Coppa del Mondo di sci, ai modelli Neox progettati per gli sciatori più esperti.

Race Tech: gli scarponi dei numeri uno, dalla geometria perfetta


Si può dire che gli scarponi della serie Race di ATOMIC racchiudono in sé anni di esperienza. L’esclusiva geometria RACE, testata e utilizzata con successo in gara, assicura un concreto miglioramento nella trasmissione dell’energia in discesa e, di conseguenza, un vantaggio reale durante l’azione. Infatti, la struttura Word Cup, la larghezza di 98 mm e il Team ASY Pro Liner contribuiscono ad assicurare al piede un supporto adeguato, mentre i ganci in alluminio di ultima produzione riducono il peso dello scarpone. Il modello top è l’RT CS 130 il quale, dotato di RS Dual Strap di 55 mm, permette allo sciatore di mantenere un’andatura precisa anche a velocità elevate perché presenta la stessa elasticità dello scarpone di Coppa del Mondo. È disponibile anche con ganci optional in carbonio.

Una priorità in ogni stagione: la sicurezza prima di tutto

 
Grazie alle piste tenute meglio e alle attrezzature tendenzialmente più facili da usare la velocità in pista sta gradualmente aumentando. ATOMIC ha preso atto di questo dato e per questo propone una serie di protezioni che non hanno eguali sul mercato in quanto performanti e così comode da non accorgersi di indossarle. Le versioni dei caschi proposte sono due, certamente diverse ma accomunate dal massimo livello di tecnologia. Parliamo dell’aerodinamico Pro Tect WC con intelaiatura ABS, lo stesso indossato da Benni Raich in Coppa del Mondo. Risulta essere leggero ma al contempo robusto, è omologato FIS ed è progettato per la massima protezione anche nella zona delle orecchie. Il design del Troop SL invece è più radicale, presenta le stesse caratteristiche dell’originale indossato in slalom da Marcel Hirscher, ma “corretto” con un design tendente al freeski, in più si può aggiungere anche un para mento. La forma e il design di entrambi i caschi sono compatibili con le maschere ATOMIC: Race RS e Race WC. Ma nello sci non è solo la testa che ha bisogno di protezione, infatti, anche la schiena va salvaguardata, soprattutto in caso di cadute o di atterraggi bruschi. Per questo motivo ATOMIC ha sviluppato le protezioni Live Shield, queste proteggono la schiena, il dorso e parte del ventre da colpi e urti, garantendo un’eccezionale vestibilità e traspirazione.