20.02.2012

LA VIGILIA DELLA GARA: LA SERATA DI UNO SCIATORE

Checkup per la gara. È la serata che precede lo slalom gigante di Bansko. Ed è solo uno dei tanti esempi che si potrebbero fare di una serata pre-gara. Ci è stato concesso di fare compagnia a Marcel Hirscher durante i preparativi, dove niente è lasciato al caso.

Un incontro con la FIS per valutare lo stato della discesa e la distanza tra le porte ha fatto saltare l'agenda di Marcel. Dieci minuti per un'intervista radiofonica, poi 32 minuti per la cena e infine una seduta di fisioterapia. "Insalata e prosciutto di tacchino, ma niente maiale né carboidrati", è la regola che deve tenere in mente mentre si serve dal buffet. Suo padre, Ferdinand Hirscher, lo raggiunge a tavola per dargli qualche informazione "9 gradi sotto zero e umidità della neve 19%".

LA DECISIONE SU UN'ANGOLOLATURA DELLE LAMINE DI 0,1 MILLIMETRI

Hirscher e Hirscher restano in silenzio per dedicarsi a qualche calcolo a mente. "Penso che dovremo scegliere lo 0,1", dice Marcel. Questa decima parte di un millimetro è l'angolatura delle lamine sul rivestimento, che rappresenta uno dei numerosi fattori determinanti per realizzare i materiali giusti per una neve aggressiva". "E la sciancratura?", chiede il padre, snocciolando poi otto codici segreti dello sci. Dopo la prova su pista, ha dedicato due ore allo studio dei video e ora analizza le combinazioni tra le caratteristiche delle discesa e le possibili distanze tra i pali. "È simile al tracciato di Val d'Isère", spiega al vincitore di sei gare nel corso della stagione. Alla fine il tecnico Edi Unterberg, un vero luminare nel suo settore, facendo le ore piccole preparerà 4 modelli ATOMIC D2 RACE GS per la gara. Per ogni paio di sci occorrono 3 ore di lavoro. E quindi la notte diventa cortissima. Marcel Hirscher si alza da tavola e dice al padre: "Fammi preparare i 33, per favore". Il genitore annuisce e si allontana dal ristorante, portando con sé due panini imbottiti per Ed Unterberg.

LA TENUTA DI GARA PUBBLICATA SU FACEBOOK

La fisioterapia ha fatto effetto: il ginocchio sinistro di Hirscher non è più bloccato. Ora Marcel ha già raggiunto la camera 222 nell'hotel Strazhite, dove farà un ultimo controllo completo. La TV è accesa su MTV: lo si sente da fuori. La tuta di gara codice 0505/11 completamente rivoltata è appesa su una gruccia. Marcel Hirscher indosserà solo il top di protezione, malgrado i previsti 18 gradi sotto zero. Indosserà le protezioni per gli avambracci realizzate appositamente per lui in carbonio, l'elemento di protezione lamellare per la schiena e il suo casco giallo ATOMIC. Allegro, scatta una foto alla tuta di gara e la pubblica su Facebook.

CAMBIARE LE LENTI UTILIZZANDO LE CALZE

Ora succede una cosa strana: Marcel Hirscher indossa un paio di calze, ma sulle mani: non vuole lasciare impronte mentre sostituisce le lenti arancioni delle due paia di occhiali da gara ATOMIC RACE. Spiega sorridendo: "È una vera avventura togliere la pellicola di plastica con le calze". Ora deve preparare lo zaino con tutto ciò che gli occorre per la gara: abiti, cappuccio verde, occhiali da sole e il caricatore per l'iPhone Bene. Ha finito. Chiude il laptop. 23 minuti fa ha inviato un post su Facebook. 690 utenti hanno premuto "Mi piace", lasciando 90 commenti. Qualcuno lascia i propri auguri per l'indomani. Il campione ha ormai quasi finito di prepararsi per la gara che lo aspetto.