01.03.2013

TORD ASLE GJERDALEN: IL BRONZO DAGLI OCCHIALI A SPECCHIO

Atomic Worldcup Skate Featherlight con l'affilatura giusta ai piedi e occhiali a specchio sugli occhi – è stata questa la combinazione vincente che è valsa a Tord Asle Gjerdalen il bronzo nei mondiali di sci nordico in Val di Fiemme. Il norvegese ha saputo di dover scendere in pista solo poche ore prima della gara e ha conquistato, in qualità di sostituto di un collega malato, il terzo posto nella 15 chilometri stile libero.

"Le condizioni di gara erano estreme, con un continuo aumento delle temperature anche durante la gara – per questo l'affilatura giusta si è rivelata un fattore particolarmente decisivo. Ringrazio il Team Atomic per aver provato lo sci giusto per me", ha affermato Tord Asle Gjerdalen (29 anni), il cui "marchio di fabbrica" sono gli occhiali da sole ("Lo sci di fondo è come il poker, gli occhi rivelano tutto"), dopo la corsa al bronzo in Italia. Lo studente di Medicina di Oslo, che nei Mondiali svoltisi proprio in questa città nel 2011 ha conquistato l'oro con la staffetta norvegese e il bronzo nella 50 chilometri individuale, ha ringraziato anche il collega Martin Johnsrud Sundby, il quale ha dovuto ritirarsi dalla 15 chilometri a causa di un'infiammazione alla gola: "Grazie, Martin. Apprezzo molto di aver potuto gareggiare al posto tuo. La Norvegia conta molti sciatori veloci in grado di vincere medaglie, per cui si deve cogliere ogni opportunità."

BRONZO PER LA STAFFETTA STATUNITENSE CON DEMONG E FLETCHER
Gli atleti Atomic Bill Demong e Taylor Fletcher hanno conquistato già domenica il bronzo con la staffetta statunitense nella combinata nordica, dietro Francia e Norvegia. Per il campione olimpico Demong e il suo collega, questo è stato il primo podio di squadra nei Mondiali.

Share