31.01.2012

JOSSI WELLS VINCE IL BRONZO NEGLI X GAMES BIG AIR!

L'atleta di Atomic Jossi Wells non avrebbe potuto essere più felice. Una prestazione di livello mondiale, davanti a un pubblico degno delle grandi occasioni, ha visto la star neozelandese aggiudicarsi la medaglia di bronzo in occasione del Big Air degli X Games di Aspen, in Colorado.

Per Jossi Wells, atleta del team ATOMIC, quella degli X Games è stata una settimana lunga, che lo ha visto gareggiare sia nello Slopestyle sia nel Super Pipe. I risultati non sono andati nel senso sperato e il giovanotto di Wanaka, in Nuova Zelanda, ha dovuto dare fondo a tutte le sue energie fisiche e mentali per gareggiare negli X Games Big Air. Davanti a una folla immensa, con la consapevolezza di avere su di sé anche gli occhi di un enorme pubblico televisivo, il set era pronto e Jossi non vedeva l'ora di prendersi una rivincita.

PUNTARE SULLO STILE

Il salto Big Air degli X Games era di oltre 24 metri, con il punto ottimale a 30
metri dallo stacco. Questo evento è uno dei pochissimi Platinum AFP Big Air e in quanto tale considerato
una delle gare Big Air più prestigiose dell'intero circuito. Sin dall'inizio della sessione di allenamento era chiaro che il maggiore dei fratelli Wells era ormai pronto per salire sul podio. Dieci dei migliori sciatori al mondo di big air si sono confrontati nelle due manche di qualificazione necessarie per giungere in finale. Jossi ha puntato soprattutto sullo stile e ha portato a termine la sua seconda manche in scioltezza, con grap solidi e grandi air profondi in fase di atterraggio,. Metà dei partecipanti sono stati sbaragliati e i cinque rimasti si sono dati battaglia in una jam session della durata di quindici minuti, nel corso della quale il risultato è stato determinato dai due salti migliori.

UN SET COMPLETO DI MEDAGLIE

L'atmosfera del Big Air era davvero elettrica, con i proiettori accessi che inondavano di luce la folla entusiasta. Jossi ha affrontato con grandissima grinta la sua prima manche, sciando con grande facilità all'indietro l'intera parte introduttiva, a una velocità di oltre 60 km/h. Con uno switch double cork 1080° method grab Jossi ha fatto registrare 39,00, il punteggio più alto assegnato nella serata a un 1080°. Si è quindi lanciato in un double cork 1620°, da lui mai tentato in precedenza, avvitandosi in maniera perfetta e atterrando in piedi, con gli sci leggermente troppo larghi, il che gli ha provocato proprio una caduta nel momento finale. Riprendendo la gara, Jossi si è immediatamente rialzato, producendosi in un switch double cork 1440° mute grab da manuale, molto profondo ma che lo portava comunque a barcollare in fase di atterraggio. L'esecuzione assolutamente perfetta assegnava a Jossi 44,00, alla pari con il punteggio più alto assegnato nella serata. Il suo punteggio totale di 83,00 gli ha consentito di piazzarsi a un solo punto dallo sciatore svizzero Kai Maller e a 5 punti dall'americano Bobby Brown. Entrambi hanno proposto una sciata molto tecnica, con acrobazie di grande fluidità. Jossi era molto orgoglioso del proprio terzo posto, in una gara che non era stata affatto facile: "In questo momento sono felicissimo. Mi sembra fantastico essere salito di nuovo sul podio", ha detto il neozelandese. "Stasera quando sono sceso in pista pensavo solo a sciare al meglio delle mie capacità e l'ho fatto". La medaglia di bronzo va così a completare il palmarès di Jossi, che vanta ora una medaglia in Big Air, Slopestyle e Halfpipe agli X Games di Aspen. Complimenti, Jossi Wells!

Share